Terza Summer School in Archeologia Aerea - 5-10 settembre 2016, Lecce


TORNA SOPRA


3-5 febbraio 2016 Roma
Secondo Convegno Internazionale di Archeologia Aerea

 

Vai alla photogallery del Convegno

 

PARTNER SCIENTIFICI


SPONSOR

       

       

 

       

 


MEDIA PARTNER

         

       

       

 

 

2° CONVEGNO INTERNAZIONALE DI ARCHEOLOGIA AEREA
Dagli Aerostati ai Droni: le immagini aeree in Archeologia”
Roma, 3-5 febbraio 2016

--NEW--

PROROGA SCADENZA CONSEGNA TESTI PER PUBBLICAZIONE ATTI:

30 aprile 2016

Cari Amici Gentili Colleghi,

in questi giorni sono pervenute alcune richieste di proroga per la consegna del materiale utile per la pubblicazione degli Atti. Per venire incontro a tale esigenza, si è deciso di concedere ancora due settimane di tempo. Si comunica pertanto che la scadenza è stata prorogata al 30 aprile p.v.

Si prega cortesemente di voler rispettare quest’ultimo termine; la mancata consegna per la data indicata verrà considerata come rinuncia alla pubblicazione. I nostri più cordiali saluti

Il Comitato Organizzatore di AA2016

 

6ª CIRCOLARE

Cari Colleghi,
il 2° Convegno Internazionale di Archeologia Aerea si è concluso nel migliore dei modi e stando ai giudizi che ci sono giunti è stato un grande successo in termini di contenuti scientifici oltre che di partecipazione (nei tre giorni oltre ai Relatori e agli Autori dei Poster abbiamo avuto la visita in Academia di oltre 500 persone). Un ringraziamento sincero va a tutti Voi per la preziosa collaborazione, che ha permesso la buona riuscita della manifestazione.

Come già anticipato, la pubblicazione degli Atti è prevista all’interno del 10° numero di “Archeologia Aerea. Studi di Aerotopografia Archeologica”, il quale verrà interamente riservato all’iniziativa.
Si ricorda che il termine ultimo per la consegna del materiale per la pubblicazione è stato fissato improrogabilmente al 10 aprile 2016.
Verranno accettati contributi in italiano e in inglese e dovranno rispettare le Norme Redazionali qui allegate. Tutti i testi saranno valutati da un'apposita Commissione di esperti.

Si fa presente, inoltre, che chi scriverà in italiano o inglese non essendo madrelingua, dovrà far revisionare i testi da lettori specialisti madrelingua.
Gli articoli che non giungeranno in redazione entro il termine indicato, che non rispetteranno le norme redazionali e che non soddisferanno i requisiti di correttezza linguistica non saranno accettati per la pubblicazione.
Visto l'alto numero di contributi e di poster, abbiamo previsto di contenere lo spazio per ogni singolo Autore secondo le seguenti modalità:
- per i Keynote speaker massimo 12 cartelle (2000 caratteri a cartella) e 12 immagini
- per le presentazioni orali massimo 10 cartelle (2000 caratteri a cartella) e 10 immagini
- per i poster massimo 6 cartelle (2000 caratteri a cartella) e 6 immagini

Consegna del testo
Il testo dovrà essere predisposto su pagina formato A4 con interlinea 1,5 e corpo del carattere 12.
Le note potranno essere inserite a piè di pagina, interlinea 1 e con corpo del carattere 10.
Le indicazioni dei caratteri tipografici (maiuscoletto, corsivo, ecc.) saranno redatte direttamente dall’Autore.

Consegna delle immagini
Le immagini saranno denominate tutte figure e numerate di seguito con numerazione araba; nel testo i rimandi vanno tra parentesi. Esempi: (fig. 1), (fig. 2), (figg. 2-3), (figg. 2, 5, 7);
Le illustrazioni (disegni al tratto, fotografie o diapositive) andranno consegnate in un file immagine (estensioni accettate *.TIF; *.BMP; *.JPG), con una definizione dell’immagine non inferiore ai 350 dpi e dimensione minima della base (larghezza) dell’immagine elettronica non inferiore ai 18/20 cm.
Cartografie, schemi, grafici, disegni al tratto, ecc., dovranno essere elaborati con uno dei seguenti software: Adobe Illustrator (*.AI), Corel Draw (*.CDR) o Autocad (*. DWG oppure *.DXF).
Le figure devono essere accompagnate da un file Word con i testi definitivi delle didascalie dell’articolo opportunamente numerate.

Gli articoli, accompagnati da un breve abstract in inglese di 200 parole al massimo, dovranno essere inviati via e-mail all'indirizzo: labtaf@unisalento.it
Si prega voler rispettare le indicazioni e la scadenza.
Il Comitato Organizzatore di AA2016

 

5ª CIRCOLARE

Caro Collega/Cari Colleghi,

il 2° Convegno Internazionale di Archeologia Aerea è ormai alle porte. Vi chiederemmo, dunque cortesemente, di informarci entro martedì 2 febbraio se sono sorte delle difficoltà per la vostra partecipazione, dato che a partire dalla mattina del 3 saremmo difficilmente reperibili.

Vi ricordiamo che le relazioni orali NON POSSONO ASSOLUTAMENTE ECCEDERE I 20 MINUTI DI DURATA. Vi chiederemmo, anzi, di preparare degli interventi più brevi in modo che resti qualche minuto per le domande. Vi rammentiamo, anche, che nel caso la vostra presentazione fosse in italiano, sarebbe cortese preparare le slide in inglese, per agevolare la comprensione da parti dei tanti partecipanti stranieri.

In considerazione della densità del programma, vi chiediamo di fornirci le presentazioni Power Point al più tardi entro le ore 9 della mattinata durante la quale è previsto il vostro intervento e le ore 14.30 della sessione pomeridiana. Per ragioni organizzative, durante il coffee break non sarà possibile caricare le presentazioni. Considerate le ristrettezze dei tempi, vi chiediamo di evitare l’uso dei computer personali, ma di affidare la presentazioni ai nostri collaboratori mediante chiavette USB.

Agli autori dei poster è richiesto di provvedere ad affiggerli nello spazio designato la mattina del giorno della presentazione prima dell’inizio della sessione mattutina (cioè prima delle 9), perché più tardi lo staff della segreteria sarà occupato in altre attività. I poster dovranno essere rimossi prima del termine della sessione pomeridiana.

A tutti coloro che non hanno ancora provveduto, chiediamo nuovamente di compilare il modulo di registrazione scaricabile sul sito web del convegno e di inviarlo dopo averlo compilato a: labtaf@unisalento.it.

Come anticipato, la registrazione è gratuita.

Vi chiediamo cortesemente di trasferire queste informazioni ai co-autori della presentazione.

Cordialmente, il Comitato Organizzatore

Visualizza gli ABSTRACTS degli interventi previsti nell'ambito della manifestazione.

 

CIRCOLARE SOCIAL

Cari colleghi,

il web è ormai entrato a far parte del nostro quotidiano per qualsivoglia tipologia di informazioni e ha soprattutto incrementato la comunicazione diretta. Non si può ormai ignorare che un importante ruolo svolgono i social network, i quali consentono aggiornamenti in tempo reale e la possibilità di interazione tra utenti, garantendo una diffusione rapida e ampia mediante le condivisioni.

Per il 2° Convegno Internazionale di Archeologia Aerea abbiamo voluto testare l’esperienza social e abbiamo il piacere di informarvi che sono attivi i canali Twitter e Facebook

https://twitter.com/archeoaerea - https://www.facebook.com/archeologiaaerea

relativi all’evento, i quali rimarranno attivi a scopo informativo e divulgativo anche successivamente al Convegno.

Invitiamo tutti a mettersi in collegamento con i nostri canali, sia attraverso i profili personali o attraverso quelli dell’ente a cui fate riferimento e a diffonderne l’iscrizione.

Nell’ottica di una diffusione sempre più ampia della conoscenza, ci piacerebbe che siano gli utenti stessi a rendere social l’evento, interagendo con i canali e pubblicando foto e post relativi al Convegno. Per questo motivo è stato individuato e creato un hashtag di riferimento (#archeoaerea2016) da aggiungere ai post e ai tweet pubblicati, i quali saranno utili per poter rintracciare tutti i contenuti che verranno pubblicati durante l’evento e riferiti allo stesso.

Allo stesso modo è possibile taggare i nostri profili aggiungendo al testo @archeoaerea per Twitter e @Archeologia Aerea per Facebook.

Questo sito resterà comunque il principale punto di riferimento.

Ci vediamo on-line!

 

4ª CIRCOLARE

Il conto alla rovescia è cominciato: tra tre settimane, dal 3 al 5 febbraio 2016, ci ritroveremo all’Academia Belgica di Roma per partecipare al 2° Convegno Internazionale di Archeologia Aerea “Dagli aerostati ai droni: le immagini aeree in Archeologia”.

Siamo pertanto lieti di annunciarvi che il programma definitivo è disponibile per il download.

Gli abstract delle presentazioni orali e dei poster saranno presto disponibili su questa pagina web.

Vi ricordiamo che se siete interessati a partecipare alla cena congressuale che si terrà la sera di giovedì 4 febbraio (al costo di 35 € p.p. per un menù da tre portate bevande incluse), può mandare una mail con la prenotazione al Duke Hotel (mcalabrese@thedukehotel.com) entro e non oltre venerdì 22 gennaio, indicando chiaramente nell’oggetto “prenotazione per cena congresso di Archeologia Aerea). Vi verrà segnalata la disponibilità.

Per i pernottamenti alcune camere sono ancora disponibili all’Hotel Rivoli Best Western, situato nelle vicinanze. Prenotazioni a prezzi convenzionati (per un minimo di due pernottamenti) possono essere fatte direttamente sul sito web dell’Hotel (www.hotelrivoliroma.com), inserendo nel campo codice promozionale il codice ACCBE2016.

Vi ricordiamo che se intendete partecipare alla conferenza è necessario (per ragioni di sicurezza) compilare il modulo di registrazione qui disponibile e spedirlo, dopo averlo completamente compilato, alla segreteria dell’Organizzazione: labtaf@unisalento.it.

 

3ª CIRCOLARE

Cari Colleghi,

abbiamo il piacere di informarvi che il programma del 2° Convegno Internazionale di Archeologia Aerea è quasi definito e che il vostro intervento è programmato nel corso dei tre giorni previsti per la manifestazione (3-5 febbraio 2016).

In considerazione del fatto che il programma del convegno è molto fitto, vi raccomandiamo di preparare interventi che non superino i 20 minuti. Per garantire una serena partecipazione di tutti i relatori, saremo costretti ad essere molto rigidi nel rispetto dei tempi. Sarebbe anche preferibile che limitaste il vostro intervento a 15 minuti, in modo che ci sia tempo per le domande.

Vi chiederemmo poi, cortesemente, per agevolare la partecipazione di colleghi stranieri di preparare, quando possibile, le slide in inglese.

In considerazione della coincidenza con il Giubileo straordinario proclamato da papa Francesco e del prevedibile aumento dei prezzi a fronte di una diminuzione delle disponibilità, vi suggeriamo di provvedere quanto prima alla prenotazione del vostro viaggio e del vostro alloggio.

A questo proposito, siamo lieti di annunciarvi che delle tariffe convenzionate per i partecipanti al convegno sono state concordate con il Duke Hotel, che metterà a disposizione uno shuttle gratuito che collegherà l’hotel e l’Academia Belgica con piazzale Flaminio/Piazza del Popolo e piazza Pitagora, dove sono snodi importanti del trasporto pubblico romano.

Le tariffe delle diverse categorie di camere sono indicate nel modulo qui allegato (modulo.pdf - modulo.doc), che deve essere compilato ed inviato direttamente all’hotel. Le tariffe convenzionate saranno prenotabili solo fino al 20 dicembre, e sono soggette comunque a disponibilità.

Presso il Duke Hotel si terrà anche la cena congressuale (giovedì 4 febbraio), che sarà acquistabile da parte di tutti gli interessati al prezzo di 35 euro a persona (menù a tre portate con bevande incluse).

Le prenotazioni per la cena saranno accettate fino a mercoledì 3 febbraio presso la segreteria del convegno e potranno essere pagate in loco.

In alternativa, tariffe scontate possono essere ottenute prenotando direttamente sul sito dell’Hotel Rivoli Best Western (www.hotelrivoliroma.com) inserendo il codice dedicato  "ACCBE2016 " nel campo codice azienda / codice promozionale. Lo sconto sarà applicabile su un soggiorno di minimo 2 notti.

Tutte le offerte sono soggette a disponibilità ed è quindi consigliabile prenotare il prima possibile.

Per ragioni di sicurezza e per poter redigere la lista dei partecipanti, vi chiediamo cortesemente di compilare il modulo di registrazione disponibile per il download ai link

registrazione.pdf con loghi - registrazione.pdf con immagine convegno

registrazione.doc con loghi - registrazione.doc con immagine convegno

e di inviarlo dopo averlo compilato a: labtaf@unisalento.it.

Come anticipato, la registrazione è gratuita.

Vi chiediamo cortesemente di trasferire queste informazioni ai co-autori della presentazione.

 

POSTER DOWNLOAD

TEMPLATE POSTER SESSIONE UNO
Colore del template della sessione 1: giallo IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
Storia degli studi, l'opera dei pionieri ed il materiale aerofotografico storico
template.AI    template.EPS    template.PSD

TEMPLATE POSTER SESSIONE DUE
Colore del template della sessione 2: verde IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
Contributi di metodologia ed applicazioni di fotointerpretazione archeologica e lavori di fotogrammetria finalizzata
template.AI    template.EPS    template.PSD

TEMPLATE POSTER SESSIONE TRE
Colore del template della sessione 3: rosso IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
Progetti che prevedono l'impiego sistematico delle immagini aeree
template.AI    template.EPS    template.PSD

TEMPLATE POSTER SESSIONE QUATTRO
Colore del template della sessione 4: blu IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
Progetti che prevedono l'impiego sistematico delle immagini aeree
template.AI    template.EPS    template.PSD

 

2ª CIRCOLARE

Cari Amici, Gentili Colleghi,

nel ringraziarvi per aver aderito con entusiasmo al 2° Convegno Internazionale di Archeologia Aerea (AA2016), con la presente comunichiamo che il numero di richieste di partecipazione pervenute ha superato di gran lunga il numero massimo di interventi da inserire in programma nei tre giorni della manifestazione. Pertanto, sarà di fatto impossibile poter dare adeguato spazio nelle quattro sessioni principali a tutte le 140 richieste pervenute.

Confidando nella comprensione di tutti ed auspicando di poter accontentare, nei limiti del possibile ed in conformità ai contenuti specifici della Manifestazione, il maggior numero di richieste giunte, saremo comunque costretti a dover effettuare una selezione. Adeguato spazio sarà garantito nella Sessione Poster.

L’elenco degli interventi accolti nelle quattro Sessioni principali e dei contributi previsti nella Sessione Poster sarà reso noto agli interessati non prima del 30 ottobre.

A seguire verrà ufficializzato il programma definitivo di AA2016.

Ulteriori informazioni, comprese novità relative alla pubblicazione degli Atti, verranno inserite nel sito ufficiale del Convegno: www.archeologia-aerea.it

I nostri più cordiali saluti

Il comitato organizzatore AA2016

 

1ª CIRCOLARE

A distanza di alcuni anni dal 1° Convegno Internazionale di Archeologia Aerea (Roma, 15-16 aprile 2009) il Laboratorio di Topografia Antica e Fotogrammetria (L AB TAF) dell’Università del Salento, con l’Università di Ghent (Belgio) e con l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, presso la prestigiosa sede dell’Academia Belgica a Roma, vogliono organizzare una seconda analoga manifestazione, per fare il punto della situazione nel settore specifico e per riprendere un vivace scambio di idee e di dati nel campo delle indagini aerotopografiche e del rilevamento remoto in ambito archeologico.
Nella speranza di poter dare un panorama abbastanza rappresentativo di quelle che sono le principali attitudini e le metodologie fondamentali che animano il panorama italiano e internazionale, si auspica un incontro dinamico aperto non solo alla ristretta cerchia degli archeologi specialisti del settore. All’interno della Manifestazione saranno sviluppate quattro diverse sessioni.
• una prima sessione relativa alla storia degli studi, all’opera dei pionieri ed al materiale aerofotografico storico;
• una seconda sessione con contributi di metodologia ed applicazioni di fotointerpretazione archeologica e lavori di fotogrammetria finalizzata;
• una terza sessione in cui verranno presentati i progetti che attualmente prevedono l’impiego sistematico delle immagini aeree.
• la quarta sessione avrà un titolo specifico “I Droni in Archeologia” e verrà dato largo spazio alle applicazioni specialistiche legate all’uso degli Aeromobili a Pilotaggio Remoto ed alle nuove tecnologie ad essi collegate, anche con esemplificazioni di casi di studio in Italia e all’Estero.
Il settore degli Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR o, più comunemente, Droni) sta vivendo oggi una notevole espansione, tecnologie sempre più diffuse grazie alla loro praticità ed economicità in termini di competenze d’uso richieste, risorse umane di gestione e finanziarie. Il mercato mette a disposizione un’infinità di modelli ma, tra questi, solo pochi sono i dispositivi adatti a soddisfare in maniera proficua le esigenze di Università, Enti di Ricerca e di professionisti che operano nel settore dei Beni Culturali.
Dai primi velivoli più specificatamente orientati al rilievo aero-fotogrammetrico si è passati oggi ad accontentare molteplici ambiti applicativi come, ad esempio la topografia di aree archeologiche, i rilievi di monumenti e di scavi, la mappatura e il monitoraggio di porzioni anche vaste di territorio, costituendo uno strumento di conoscenza dello stato dei luoghi, per la documentazione, la conservazione, la prevenzione e la tutela dei beni ambientali, paesaggistici, territoriali e infrastrutturali; fornendo uno strumento di controllo a distanza ed in sicurezza (data la possibilità di effettuare sopralluoghi virtuali); mappando aree di difficile accesso; consentendo di ridurre notevolmente i tempi di rilievo in campagna e di realizzare elaborati con grande dettaglio cartografico; offrendo oggettività interpretativa delle superfici rilevate e garantendo la massima affidabilità nel monitoraggio sistematico.
Sono quindi sistemi che consentono di produrre in tempi brevi elaborati cartografici utili alla documentazione del territorio e del patrimonio architettonico e archeologico, completando l’acquisizione e la registrazione delle informazioni archeologiche, archiviando i dati raccolti e favorendo la ricostruzione del paesaggio a diverse scale e risoluzioni. Da non sottovalutare, infine, le enormi potenzialità di questi strumenti per la scoperta di nuovi dati dal territorio.
Ogni sessione prevede una relazione introduttiva, delle comunicazioni orali e dei poster.
La sessione poster sarà allestita nella hall dell’Academia Belgica.


Lingue ufficiali
Italiano e Inglese


Comitato Scientifico del Convegno
Wouter Bracke (Academia Belgica, Roma)
Giuseppe Ceraudo (Università del Salento, Italia)
Cristina Corsi (Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Italia)
Veronica Ferrari (Università del Salento, Italia)
Frank Vermeulen (Ghent University, Belgium)
Robert Bewley (University of Oxford, England)
Jean Bourgeois (Ghent University, Belgium)
Stefano Campana (University of Cambridge, England)
Dave Cowley (Royal Commission on the Ancient and Historical Monuments of Scotland)
Michael Doneus (University of Vienna, Austria)
Darja Grosman (University of Ljubljana, Slovenia)
Marcello Guaitoli (Università del Salento, Italia)
Christopher Musson (Aerial Archaeology Research Group)
Stefania Quilici Gigli (Seconda Università di Napoli, Italia)
Axel Posluschny (German Archaeological Institute, Germany)
Wlodek Rączkowski (University of Poznań, Poland)
Giuseppe Scardozzi (Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali - Consiglio Nazionale delle Ricerche, Italia)
Elizabeth Jane Shepherd (Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, Aerofototeca Nazionale - Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Italia)
Patrizia Tartara (Istituto di Analisi dei Sistemi ed Informatica "Antonio Ruberti" - Consiglio Nazionale delle Ricerche, Italia)

Il comitato organizzatore del Convegno sarà lieto di poter ospitare i contributi di quanti siano interessati all’iniziativa.
Le risposte di adesione (formale, con indicazione dell’Ente di appartenenza), accompagnate dal titolo dell’intervento e da un breve abstract (max 500 parole), con indicazione della sessione più idonea per il suon inserimento, dovranno pervenire per posta elettronica in segreteria entro il 10 ottobre 2015; successivamente (20 ottobre 2015) verrà reso noto l’elenco dei contributi accettati, suddivisi tra presentazioni orali (20 minuti) e poster.
La pubblicazione degli Atti del Convegno è prevista all’interno del 9° numero di “Archeologia Aerea. Studi di Aerotopografia Archeologica”, il quale verrà interamente riservato all’iniziativa.
La consegna definitiva degli articoli per gli Atti del Convegno è prevista per il 15 marzo 2016; entro il 15 febbraio 2016 verranno inviate le norme redazionali e le specifiche tecniche sulle illustrazioni da integrare nel testo.
Per agevolare l’adesione di colleghi ed in particolare la presenza di giovani studiosi, NON sono richieste quote di iscrizione per la partecipazione alle giornate del Convegno, né contributi per la pubblicazione degli Atti.
In attesa di un gradito riscontro, inviamo i nostri più cordiali auspici di buon lavoro.
A presto


Giuseppe Ceraudo (Università del Salento)
Cristina Corsi (Università di Cassino e del Lazio Meridionale)
Veronica Ferrari (Università del Salento)
Frank Vermeulen (Universiteit Gent)


Per informazioni e comunicazioni, e-mail di segreteria:
labtaf@unisalento.it

"Dagli Aerostati ai Droni: le immagini aeree in Archeologia"

Riepilogo scadenze
10 ottobre 2015: scadenza invio delle proposte di comunicazione orale o poster con allegato il riassunto;
20 ottobre 2015: comunicazione ai vari Autori dell'accettazione della proposta;
15 marzo 2016: consegna definitiva degli articoli per la pubblicazione degli Atti del Convegno.



TORNA SOPRA